Blog Single Post

30

aprile

rubinetto-gessi-goccia

RUBINETTI: ECOLOGIA E DESIGN

Rispetto ai pavimenti, ai rivestimenti e all’arredamento la scelta della rubinetteria sembra passare in secondo piano e invece è un punto importante per due ragioni: la prima è che i dettagli si sa, fanno comunque sempre la differenza. Pur essendo dei piccoli oggetti nell’ambiente bagno, i rubinetti devono essere in armonia con i sanitari e lo stile della stanza e possono sorprendere i nostri ospiti, come oggetti di vero design.

La seconda ragione e certamente la più importante è che i rubinetti rappresentano il veicolo di un elemento molto prezioso che deve essere preservato: l’acqua.

Un rubinetto tradizionale eroga circa 8 litri di acqua al minuto, quelli a risparmio possono arrivare alla metà. Calcolando che al crescere del consumo di acqua aumenta il suo costo al metro cubo, meno se ne consuma e meno si paga. Considerando che l’acqua è una risorsa preziosissima che non si può assolutamente sprecare, capirai bene perché quella della rubinetteria diventa una scelta responsabile.

UNA SCELTA ECOLOGICA
Sono soprattutto tre i dispositivi che funzionano nella direzione del risparmio:

  • Il limitatore di portata:
    Si tratta di un dispositivo meccanico che limita il passaggio massimo dell’acqua; viene istallato fra la chiave di chiusura e il rubinetto e il flessibile.
    I modelli più moderni di rubinetteria lo inseriscono all’interno della cartuccia dove un blocco frena il movimento in senso verticale della leva in modo da aiutare l’utente ad azionare un minor quantità d’acqua, mantenendo comunque un flusso consistente. Superata la lieve resistenza della leva è possibile sfruttare la totalità della portata d’acqua.
    Quindi al primo step della leva il rubinetto eroga la quantità minima, al passaggio del punto di resistenza, eroga la massima.

 

  • L’aeratore:
    è un piccolo dispositivo a valvola che, posto all’estremità della bocca di erogazione, riduce la quantità di acqua in uscita perché la miscela all’aria.
    L’effetto di miscelazione acqua-aria produce un aumento di volume dell’acqua, in modo che, con un flusso minore, si ha comunque un getto corposo.

 

  • la valvola termostatica
    La valvola termostatica miscela l’acqua calda e quella fredda alla temperatura preimpostata e reagisce in tempi immediati a qualsiasi variazione della pressione o della temperatura nell’erogazione dell’acqua, regolando nuovamente la miscela.
    La temperatura dell’acqua preimpostata rimane costante per tutta la durata della doccia.
    L’installazione di un miscelatore termostatico consente un risparmio di acqua e di energia.

 

Scegliendo rubinetti di aziende leader del mercato è possibile quindi evitare gli sprechi legati alla temperatura che tarda ad arrivare o al flusso eccessivo.
Risparmio economico e risparmio ecologico di un bene comune dal valore inestimabile.

UNO SGUARDO AL DESIGN

La rubinetteria rispecchia una scelta di gusto, quasi un’espressione di personalità.
In passato i rubinetti si trovavano solamente nella tinta acciaio e nella forma classica, negli ultimi anni invece la scelta si è decisamente ampliata sia per quel che riguarda la colorazione, sia per il design che per i materiali utilizzati.

Alcuni esempi? Ritmonio, azienda italiana del settore, ha presentato la linea Haptic: la leva di comando è realizzata in cemento, in otto colorazioni ispirate agli scenari naturali. Un materiale assolutamente innovativo in questo campo che conferisce alla rubinetteria un aspetto concreto e regala una sensazione tattile mai provata.

Cerchi una forma originale? Gessi propone Goccia, il rubinetto caratterizzato da linee essenziali con solo una semplice ed elegante goccia sul fondo. Una forma semplice e originale, ispirata alla silhouette fluida e naturale dell’acqua.
Ami il colore? Tres, azienda spagnola di cui abbiamo dedicato il precedente articolo, propone una collezione dalla linea giovane e dinamica in colorazioni accese e vitaminiche.
Fantini invece, riprende un’icona degli anni ’70, la collezione “Balocchi” e la propone in moltissime, affascinanti nuance.

Per scegliere un rubinetto la cosa migliore è poterlo toccare con mano e farsi consigliare da un esperto che, nel ventaglio dei migliori brand già selezionati, può consigliare l’oggetto più adatto alle nostre esigenze.

Ivan De Poli

Architetto