Blog Single Post

23

luglio

camerata-rivestimenti-paviment

COME RIVESTIRE LA CAMERETTA DEI BAMBINI

Quando arriva un bimbo in famiglia tutto cambia, anche la casa: quella che era la seconda camera della zona notte, solitamente inutilizzata, diventa per il nuovo arrivato lo spazio in cui riposare, dormire, gattonare, fare i primi passi e giocare.

Per ogni futuro genitore creare un ambiente sicuro, confortevole e bello, è indubbiamente la priorità.

Nella scelta di pavimenti e rivestimenti è indispensabile considerare diversi fattori:
−i materiali devono essere resistenti e confortevoli;
i bambini amano giocare seduti e sdraiati sul pavimento e camminare scalzi;
−l’ambiente deve risultare armonioso, allegro e divertente.

LA PAVIMENTAZIONE

Per quel che riguarda la pavimentazione si è spesso orientati verso il gres porcellanato, in quanto materiale robusto, durevole, facilmente pulibile ed igienizzabile.
Da un punto di vista estetico le piastrelle offrono una grandissimo ventaglio di opportunità: è possibile optare per elementi di grande, medio o piccolo formato; per piastrelle colorate, tinta unita, melange o persino decorate; per cui, soprattutto nella stanza dei bambini, ci si può sbizzarrire scegliendo tonalità brillanti ed accese, perché no, magari mixandole.

Il gres porcellanato però manca di comfort: si tratta di un materiale decisamente freddo, per cui giocare sul pavimento o camminare scalzi non risulta molto piacevole a differenza del legno, che è incredibilmente piacevole al tatto in tutte le stagioni.

Il parquet è molto apprezzato nella zona notte perché è un ottimo insonorizzante acustico, oltre ad essere esteticamente molto bello. E pensando ai bambini, sempre in movimento e molto vivaci, ha il grandissimo pregio di attutire le cadute.

Il ventaglio delle tonalità del legno è molto ampio: da nuance molto scure, come il wengè e il teak, alle tinte più chiare, tipo il rovere, il faggio e la betulla, fino ai colori più moderni delle essenze sbiancate.
Temi che il legno si possa graffiare e rovinare? Ricorda che il legno è un materiale “vivo” che muta in continuazione. L’aspetto vissuto lo rende ancora più affascinante, tanto che esistono delle essenze che vengono appositamente trattate per dare l’effetto vintage.

Non ti convince il gres, pratico ma freddo e nemmeno il parquet, caldo ma mutevole? Valuta la resina: materiale moderno e molto originale. Il pavimento in resina è adatto alla cameretta dei bambini perché è una superficie omogenea, priva di fughe, facile da pulire e igienizzare.
Inoltre è bellissimo da vedere e visivamente parlando offre davvero un grado di personalizzazione senza eguali: la gamma dei colori utilizzabili è vastissima ed è anche possibile giocare con le forme.

IL RIVESTIMENTO

La cameretta dei bambini deve essere confortevole ma anche allegra e divertente!
Già da qualche tempo la carta da parati ha deciso di essere versatile, adattandosi a tutti i tipi di ambienti.
 Ancora di più se è realizzata in un materiale innovativo costituito da fibre di vetro che garantisce stabilità, efficienza, resistenza ed è completamente ignifuga.La carta da parati inoltre è lavabile: aspetto molto importante se viene posata nella cameretta dei bambini, che notoriamente amano colorale, creare, pasticciare.

Le wallpaper hanno il potere di rendere l’atmosfera magica e sognante
, originale e unica. È come se trasformassero la stanza in una galleria esclusiva.
Largo quindi a caramelle, matite colorate, mongolfiere, forme geometriche, animaletti… la carta da parati rende l’ambiente allegro, energico e da un magnifico tocco di design.

Personalizzare la cameretta dei bambini è un compito divertente e impegnativo allo stesso tempo.
Se vuoi creare l’ambiente ideale per i tuoi cuccioli, affidati ad un esperto!